Cascade, per offrirle una migliore esperienza su questo sito, utilizza cookie tecnici e di profilazione. Il sito consente anche l'invio di cookie di terze parti, sia tecnici, analitici che di profilazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'uso dei cookie clicca qui. Continuando nella navigazione, scorrendo la pagina o cliccando su una parte di questa acconsenti all'uso dei cookie.
Regolamento di bagno

REGOLAMENTO CASCADE

§ 1 – Scopo del regolamento

(1)  Il presente regolamento ha lo scopo di tutelare la sicurezza, l’ordine e l’igiene all’interno dell’impianto di balneazione e benessere CASCADE e mira a garantire un ambiente di salute, riposo e benessere. Il rispetto del regolamento è quindi nell’interesse di tutti e viene assicurato dai collaboratori dell’impianto.

(2)  Con l’acquisto del biglietto d’ingresso (braccialetto elettronico, cartoncino con codice a barre) l’utente accetta tutte le norme previste dal regolamento e le disposizioni atte a garantire la sicurezza e gli standard qualitativi. Esso è quindi vincolante per tutti i visitatori della piscina e della sauna.

(3)  Durante manifestazioni coordinate è responsabile l’accompagnatore o il capogruppo che deve assicurare l’osservanza e il rispetto del regolamento. Durante i corsi di nuoto scolastici la responsabilità relativa al rispetto del regolamento è demandata all’insegnante.

§ 2 – Bagnanti e utenti della sauna

(1)  L’utilizzo dell’impianto di balneazione e della sauna è accessibile a tutti. Tuttavia l’accesso è vietato nei seguenti casi: stato di ubriachezza, affezione da malattie infettive, eruzioni cutanee e/o ferite aperte.

(2)  Bambini di età inferiore a 6 anni, malati mentali e persone affette da attacchi epilettici possono utilizzare l’impianto solo se accompagnati da un adulto. L’ingresso alla sauna è vietato a bambini di età inferiore a 15 anni – bambini e adolescenti possono utilizzare la sauna solamente se esperti. In caso di ripetuti disturbi e reiterata mancanza di rispetto del regolamento gli addetti sono istruiti a intervenire con fermezza allontanando le persone dall’area e/o dall’impianto.

(3)  È vietata l’introduzione di cani o altri animali.

(4)  Per le associazioni di nuoto, le scolaresche e altre organizzazioni l’accesso viene regolamentato separatamente.

(5)  Ai maestri di nuoto non è permesso tenere corsi di nuoto privati.

§ 3 – Biglietti – CASCADE-Key

(1)  Al momento dell’accesso all’impianto l’ospite di CASCADE riceve un braccialetto o un cartoncino munito di codice a barre che permette l’esatta misurazione del tempo. Questo mezzo permette agli utenti di azionare gli armadietti e le cassette di sicurezza, farsi addebitare consumazioni di vario tipo (per es. gastronomia, noleggio di asciugamani ed accappatoi) e di accedere alla sauna. Il braccialetto deve essere portato al braccio per tutto il periodo di permanenza all’interno dell’impianto. Prima di uscire dall’impianto CASCADE i servizi registrati sul braccialetto devono essere pagati alla cassa oppure alla cassa automatica. Di seguito il braccialetto va inserito nell’apposita feritoia all’uscita che aziona l’apertura del tornello.

(2)  In caso di smarrimento del braccialetto elettronico verrà addebitato al bagnante un importo di € 30,00 da pagare all’uscita dall’impianto.

(3)  Contestualmente all’acquisto di abbonamenti per il rilascio del braccialetto verrà ritenuta una cauzione del valore di € 15,00 che sarà resa all’utente allo scadere dell’abbonamento dopo la restituzione del chip.

§ 4 – Orario d’apertura

(1)  CASCADE è aperta ai bagnanti tutto l’anno. Gli orari di apertura dei singoli ambiti sono riportati sui listini stagionali e formano la base contrattuale per l’utilizzo dell’impianto. Eventuali variazioni dell’orario sono possibili nel caso di avvenimenti eccezionali (es. manutenzioni, pericoli, funzionamento impianto, ecc).

(2)  In caso di sovraffollamento e a garanzia degli standard qualitativi e degli aspetti di sicurezza l’accesso all’impianto potrà essere temporaneamente interdetto.

§ 5 – Permanenza all’interno dell’impianto

(1)  Il tempo di permanenza per l’utilizzo dell’area piscina include la sosta negli spogliatoi ed è pari a 2 ore e 30 minuti; il tempo di permanenza in area sauna incluso nel biglietto d’entrata, soste negli spogliatoi comprese, è di 3 ore.

(2)  In caso di superamento dei periodi di permanenza per l’utilizzo dell’impianto previsti per i diversi ambiti trova applicazione un supplemento previsto dal tariffario vigente, da pagare all’uscita dall’impianto. Per la determinazione del periodo di permanenza è vincolante l’ora riportata dal sistema gestionale dell’impianto.

(3)  La tariffa massima per la fruizione dell’impianto sarà identica a quella del biglietto giornaliero, che permette una permanenza illimitata all’interno degli orari di apertura.

(4)  Con il biglietto giornaliero viene garantito un unico ingresso agli ambiti piscina e sauna. Non è quindi possibile lasciare l’impianto per rientrarvi successivamente.

§ 6 – L’utilizzo delle piscine e della sauna

(1)  Gli arredi e le attrezzature di CASCADE devono essere utilizzate con la massima cura e cautela. Ogni danno va risarcito dal responsabile dello stesso. Carta e rifiuti vanno riposti negli appositi contenitori per la raccolta differenziata.

(2)  Reclami e segnalazioni relative a incidenti, danneggiamenti o furti subiti vanno prontamente segnalati al personale addetto prima dell’uscita dall’impianto e vanno registrati alla cassa utilizzando l’apposita modulistica. Reclami e pretese successive avanzate potranno essere prese in considerazione solamente con le opportune riserve.

(3)  Le aree doccia e i servizi sono divisi per sesso, le aree spogliatoio vanno utilizzate solamente per la svestizione e per vestirsi. Il corridoio che porta dagli spogliatoi alle docce, l’area docce e i servizi, nonché ogni camminamento interno, non può essere utilizzato indossando le scarpe bensì solamente muniti di ciabatte.

§ 7 –

a) Custodia della biancheria e dell’abbigliamento

(1)  All’entrata dell’impianto ogni utente sarà munito di un braccialetto elettronico che gli permette l’utilizzo degli armadietti – esso stesso è responsabile della corretta chiusura dell’armadietto. Vestiti e capi di abbigliamento qui riposti vanno appesi sugli appositi appendiabiti.

b) Custodia di denaro o oggetti di valore

(1)  Denaro e oggetti di valore non possono essere né depositati né custoditi alla cassa. Oggetti di valore, denaro e simili vanno riposti nelle apposite cassette di sicurezza. Solamente con un regolare deposito valori è possibile una presa in custodia entro gli obblighi di garanzia previsti dalla legge.

§ 9 – Regole comportamentali in piscina, sauna, zone riposo e nelle aree attigue

(1)  Gli utenti degli ambiti piscina e sauna devono comportarsi in modo tale da non arrecare danni, disturbare o pregiudicare la sicurezza, il codice etico, la tranquillità e l’ordine dell’impianto.

(2)  Non è permesso:

a)  fare rumore, cantare e fischiare,

b)  utilizzare apparecchi audio e strumenti musicali,

c)  utilizzare telefoni cellulari e apparecchi audio- e videoregistratori in tutti gli ambiti interni,

d)  fumare in tutti i locali interni ed esterni ad eccezione dei punti segnalati,

e)  consumare di cibo o bevande in tutti gli ambiti interni al di fuori delle aree idoneamente attrezzate (gastronomia e zona pic-nic),

f)  gettare vetro o altri oggetti taglienti.

(3)  I nuotatori non esperti possono utilizzare solo la parte della piscina a loro dedicata (non nuotatori).

(4)  In tutte le vasche sono vietati tuffi di testa. Questi possono essere eseguiti solamente all’interno delle attività coordinate e sportive alla presenza dell’istruttore o allenatore.

(5)  È vietato nuotare sott’acqua nell’area destinata ai tuffi e alla testata delle vasche.

(6)  Al fine di evitare disturbi all’interno dell’impianto e prevenire incidenti è assolutamente interdetto:

a)  spingere sott’acqua altri bagnanti,

b)  saltare in acqua dal bordo vasca,

c)     correre a bordo vasca o fare esercizi o giochi sugli scalini, con le corsie o il corrimano,

d)  disturbare gli altri bagnanti con esercizi ginnici o giochi che sono permessi solo nelle aree esterne ad essi destinate,

e)  uscire dalla piscina senza utilizzare le apposite scalette,

f)  l’utilizzo di pinne, scarpette da mare o simili.

(7)  Salvagenti e simili possono essere utilizzati solo nella piscina divertimento. Per i non nuotatori è fatto obbligo di utilizzare mezzi salvagente (braccioli, corpetti), bambini piccoli nei pressi degli specchi acquatici vanno obbligatoriamente muniti di mezzi salvagente.

(8)  È vietato giocare a palla, i palloni gonfiabili sono ammessi solo quando la frequenza dell’impianto lo permette. La decisione in merito spetta al bagnino.

(9)  Nelle aree riposo e nell’intero ambito sauna non si può conversare ad alta voce, il personale CASCADE addetto deve assicurare il silenzio e intervenire in caso di ripetuti disturbi allontanando le persone che arrecano il disturbo.

§ 10 – Abbigliamento negli ambiti piscina e sauna

(1)  La permanenza all’interno dell’area piscina è consentita solo con un abbigliamento idoneo all’esercizio del nuoto. Per l’utilizzo della sauna l’utente deve disporre di un accappatoio e minimo di n° 2 teli, i materiali tessili possono essere affittati presso la cassa centrale o al bar “Libelle” della sauna. È vietato entrare in sauna in costume da bagno.

(2)  I costumi da bagno non possono essere né lavati né strizzati all’interno delle vasche.

(3)  La decisione in merito all’adeguatezza dell’abbigliamento (vedi punto 1) spetta esclusivamente al  bagnino capoturno e all’addetto sauna.

§ 11 – Pulizia del corpo

(1)  Prima di entrare in piscina e in sauna ogni utente è obbligato a sottoporsi ad una pulizia del corpo in doccia.

(2)  Nelle vasche nuoto e negli spazi doccia riservati al rinfresco in ambito sauna è vietato l’utilizzo di sapone, spazzole o altri detergenti. E´assolutamente vietato l’utilizzo di oli da frizione o creme prima di entrare nelle piscine.

§ 12  – Controllo

(1)  Il personale CASCADE ha il compito di vigilare sulla sicurezza e salvaguardare la tranquillità e l’ordine all’interno dell’impianto di balneazione e benessere. Le disposizioni impartite all’utente da parte degli addetti sono inappellabili e vanno seguite senza esitazione.

(2)  Il personale CASCADE addetto al servizio è autorizzato ad allontanare le persone che
a) compromettono la sicurezza, la tranquillità e l’ordine,
b) disturbano altri bagnanti,
c) anche se richiamate non osservano il regolamento.

Inoltre, in caso di recidività o situazioni particolarmente gravi, si potrà procedere ad interdire l’entrata all’impianto temporaneamente o definitivamente. Gravi ostruzioni e opposizioni al regolamento, intrusioni illecite o occupazioni indebite saranno prontamente segnalate alle forze di polizia.

(3)  Nel caso di un allontanamento forzato dall’impianto il biglietto d’ingresso non verrà risarcito.

§ 13 – Oggetti smarriti

(1)  Oggetti che vengono ritrovati all’interno dell’impianto devono essere prontamente consegnati al personale di servizio. Gli oggetti smarriti verranno trattati secondo le disposizioni di legge.

 

§ 14 – Responsabilità

(1)  L’impianto si assume la responsabilità di eventuali incidenti qualora venissero causati dall’inefficienza degli impianti o da un comportamento gravemente negligente o colposo del personale addetto. L’impianto declina ogni responsabilità per danni provocati da terzi, da una violazione del regolamento, dall’utilizzo scorretto delle attrezzature e dei mezzi e dall’inosservanza delle indicazioni impartite dal personale addetto.

(2)  In capo all’impianto non sussiste obbligo alcuno di risarcire il malcapitato se l’incidente non viene prontamente segnalato al personale addetto come previsto dall’art. 6.2 del regolamento tramite l’utilizzo degli appositi moduli.

(3)  Non si assume alcuna responsabilità per lo smarrimento/il danneggiamento di oggetti di valore e/o di capi d’abbigliamento così come per lo smarrimento di denaro. Questo vale anche per eventuali danni ai mezzi parcheggiati nelle apposite aree parcheggio.